10 Novembre 2020

Quando il Covid fa più paura del tumore alla prostata

di Vincenzo Mirone

Per paura del contagio da Covid, molti pazienti che convivono con il tumore alla prostata hanno in questi mesi disertato le visite di controllo o addirittura interrotto le terapie.

Questo non può accadere: è importante far capire ai cittadini che esistono linee guida apposite per garantire loro un supporto in sicurezza. Dall’altra parte, gli ospedali devono implementarle e fare maggiore uso della telemedicina e delle terapie proseguibili a casa.

ARGOMENTI TRATTATI